Campi d'intervento

Spesso arriviamo a cercare uno psicologo quando un sintomo o un malessere diventa troppo difficile da sostenere.
I sintomi sono segnali che ci parlano di un disagio psichico che la ragione fatica a spiegare e non riesce a risolvere.
Toccano i nostri ambiti più intimi, lo stare con gli altri o la capacità di vivere esperienze. Sfuggono alla volontà di controllo e, sebbene il nostro unico pensiero è quello di eliminarli, la strada più efficace per combatterli è comprenderne il senso e, solo successivamente, risolverli.

Nel mio lavoro di psicoterapia mi occupo delle seguenti problematiche:

Disagio psichico individuale e difficoltà nelle relazioni interpersonali, sentimentali e familiari.

Panico e ansia, che questa si presenti in situazioni specifiche o diffusa a contesti diversi.

Ansia sociale e sentimento di inadeguatezza nelle relazioni interpersonali.

Problematiche di natura psicologica della sfera sessuale femminile e della sessualità maschile.

Percezione di una conflittualità interiore sempre più insostenibile.

Sensazioni di spinte interne che vanno in direzioni diverse, talvolta opposte.

Sentimenti angosciosi legati a paure irrazionali, rispetto alla propria salute o al proprio futuro.

Perdita della direzionalità della propria vita e messa in discussione di ciò che si è, o di ciò che si ha, fino ad oggi, costruito.

Assenza di senso e sensazione di non vivere la propria vita.

Vissuti di fallimento e di colpa, depressione, sentimenti di incapacità, inadeguatezza, apatia, anergia e assenza di piacere.

Attuazione ripetitiva delle stesse situazioni dagli stessi epiloghi: scelte di vita, di partner o lavorative che ci portano sempre nella medesima condizione di non soddisfazione.

Manifestazioni somatiche di natura psichica.

Superamento ed elaborazione del lutto e perdita, intesa anche come la fine di una relazione o di un progetto di vita.

Gestione e reazione a eventi di vita stressanti nel campo lavorativo quali la non realizzazione, la frustrazione professionale, la perdita del lavoro o la sua incertezza.

Valorizzazione delle potenzialità personali, delle risorse emotive e delle intelligenze.

Analisi del sistema familiare in cui si vive, dei ruoli e delle aspettative interne alla famiglia d’origine.

Malessere manifestato nel comportamento alimentare.

Eccesso di controllo della propria alimentazione che non porta a un benessere duraturo ma a un disagio.

Dipendenze di varia natura e abuso.

Neo-genitorialità. Identità femminile prima e dopo la maternità. Ridefinizione del ruolo maschile nella paternità.

Depressione post-partum e sentimenti di inadeguatezza.

Difficoltà relazionali e affettive legate all’adolescenza, al passaggio all’età adulta o ad altri momenti evolutivi della propria esistenza.

placeholder image
placeholder image
placeholder image

2020 | Psicoterapeuta Torino | Dott. Simone Castellari
Via Guido Cavalcanti 5, Torino - Cookie Policy - Privacy Policy
Made whit love  by DifBit Design